Le sfide del referenziamento vocale per i marchi

Secondo l’agenzia francese Comscore, da qui al 2020 il 50 % delle ricerche saranno vocali. Non c’è dunque più un solo minuto da perdere. Ma come rielaborare il proprio SEO per assicurarsi che i vostri punti vendita appaino tra i primi risultati di ricerca?

Ad oggi, secondo uno studio dell’agenzia LSA, “il 46% di ricerche Google sono ricerche locali (contenenti categoria e luogo) ed il 18 % di queste termina in un acquisto nel punto vendita cercato! Il R.O.I del SEO locale è dunque enorme”

Visto che 4/5 delle ricerche vengono fatte su smartphone, si prospetta una crescita esponenziale delle ricerche vocali. Nulla se comparato agli Stati Uniti, dove il 20% di ricerche effettuate da smartphone sono vocali, una cifra destinata a crescere fino al 50 % da qui al 2020.

La ricerca vocale in 4 cifre chiave:

  1. Il 36% dei millenials utilizza già la ricerca vocale
  2. Il 39% degli internauti cerca le informazioni pratiche di uno stabilimento
  3. Il 52% delle ricerche è destinato alla ricerca d’informazioni relative a saldi e promozioni
  4. Il 30% delle ricerche da qui al 2020 verranno effettuate senza il supporto di uno schermo, ragione per cui si rivela essenziale apparire tra i primi risultati di ricerca.

Come fare in 3 mosse:

  1. L’importanza della multidiffusione. Da qui a 2 anni, il 30% di risposte ad una data ricerca saranno fornite da dispositivi senza schermo, come ad esempio Google Home. Il che significa che solo un risultato verrà comunicato. Come fare per essere quel fortunato? Assicurandosi di diffondere le proprie informazioni locali (nome, descrizione, indirizzo ed orari) su un massimo di siti per aumentare il proprio referenziamento. Google My Business non è più sufficiente, bisogna considerare tutto l’insieme di annuari in linea, social network e GPS che sono visitati a loro volta da milioni d’indi utenti. Questa strategia può generare fino a 7 volte più contatti che il vostro sito web da solo.
  2. L’utilizzo di un linguaggio naturale. Le descrizioni Google My Business delle vostre insegne sono oggi ricalcate su una struttura di parole chiave. Ormai bisogna tenere in conto ed adattarsi alla ricerca vocale che contiene più di 10 parole e che viene formulata in maniera interrogativa.
  3. La competenza nelle nuove funzionalità Google. Google Posts, vi permette di pubblicare dei messaggi temporanei sulle vostre schede Google My Business per promuovere un nuovo prodotto, evidenziare una promozione oppure annunciare un avvenimento speciale. Sapendo che il 52% delle ricerche vocali riguardano dei saldi e delle promozioni, diviene essenziale padroneggiare queste funzionalità per battere la concorrenza.

Scopri l’infografica completa sulla ricerca vocale (in inglese)

Per ottenere una demo

  •  

Fatevi vedere con Partoo!

Su Partoo
Partoo vi rende visibili in sempre ed ovunque online: Generando fino a 7 volte in più di contatti rispetto al vostro sito internet, aumentando il vostro traffico web-to-store e migliorando l’interazione con i vostri clienti grazie alle recensioni.
Lavoriamo con 50.000 punti vendita e più di 180 insegne in Europa tra cui Carrefour, Burger King, BMM, Leroy Merlin, Massimo Dutti, Stroili Oro…

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑